martedì 5 giugno 2007

Chiara

IL VENTO FA IL SUO GIRO film di Giorgio Diritti

La vita scorre meschina. Sempre e dappertutto. Non c’è scampo.
Ma in un paesino di montagna si nota con più evidenza.
Occorre trovare inconsciamente un diversivo per sopravvivere decentemente.
Quale migliore occasione, se non l’insediarsi di un forestiero, per dare un senso alla propria esistenza, attivando i “migliori” istinti a nostra disposizione: odio, invidia, superbia, ipocrisia, intolleranza e razzismo.
Davanti allo spettatore lo scorrere delle speranze che si scontrano con la perfidia umana, proprio come avviene in tutto il mondo e in ogni situazione. Lo schermo diventa uno specchio.
L’accordo tra un’ottima fotografia, un moderno montaggio, un accompagnamento musicale in sintonia con i fatti e con l’ambiente e una superba regia, ha creato un prodotto cinematografico di alta classe.
Finalmente, salvo rari casi, un film italiano bellissimo e da competizione internazionale.
Da non perdere per chi sa osservare la vita con occhio critico e ama il vero cinema.